Mezzi Rigatoni di Avena Integrali – Felicia

You are currently viewing Mezzi Rigatoni di Avena Integrali – Felicia

La pasta è uno di quegli alimenti che non può mai mancare sulle tavole degli italiani.
Troviamo spesso molte tipologie di formato, provenienza e ingredienti diversi.


Ma cosa differisce l’una dall’altra? 

Oggi analizziamo i mezzi rigatoni di avena integrale Felicia e vedremo che cosa li differenzia da una classica pasta di semola. 

Puoi acquistarla direttamente nel loro sito se dovessi avere difficoltà a trovarla:

Composizione

Dalla lista ingredienti notiamo che la pasta è costituita per il 51% (circa la metà) da farina di avena integrale e poi percentuali minori di farina di mais, di riso e amido di tapioca. 

Se osserviamo solo la confezione, potrebbe indurre in inganno in quanto, se non andiamo ad analizzare bene la lista degli ingredienti, non viene specificata la presenza di altre tipologie di farine utilizzate per la preparazione (le quali rappresentano circa un altro 50%). 

La presenza di fibre invece, come riportato, deriva dalle farine integrali e non dall’aggiunta di fibra o crusca extra.

Nota positiva in quanto molto spesso si ritrova l’aggiunta di crusca per aumentare il quantitativo di fibre e non il chicco intero, da cui si ottiene la farina.

Tutte e tre le tipologie di farine sono caratterizzate dall’assenza di glutine, un complesso proteico che conferisce struttura al prodotto. Solitamente infatti i prodotti senza glutine hanno una consistenza e cottura differente rispetto a quelli preparati con la farina di semola.

 

Valori nutrizionali

A confronto  con 100g di una pasta di semola, la pasta di avena si caratterizza per la presenza maggiore di fibre (5,4g vs 1,7g), grassi (4,4g vs 0,3) e ferro (2,4mg vs 1,3mg). La quantità di proteine invece è pressoché uguale.

La presenza di fibre, in particolare quelle solubili come i beta-glucani presenti nell’avena, hanno la capacità di ritardare l’assorbimento di carboidrati e lipidi, ridurre l’assorbimento di colesterolo e diminuire lo svuotamento gastrico (quindi aumentano il senso di sazietà). 

Considerando che il fabbisogno di ferro per un adulto è di 7-10 mg die, 100g di pasta ne apporta ben 2,4mg. 

Il mio giudizio finale

La pasta di avena, essendo priva di glutine (ma non certificata) non è adatta alle persone celiache, ma può essere utilizzata in caso di particolari situazioni che richiedono l’esclusione del glutine dalla propria dieta.

Sicuramente la presenza di fibre permette (insieme ad altri alimenti presenti in molti altri alimenti) di raggiungere il corretto quantitativo giornaliero. 

E’ inoltre una pasta da prediligere/alternare alla classica pasta di semola in caso di ipercolesterolemia e alterazioni del metabolismo glucidico.

Anche la presenza di ferro, in aggiunta al consumo di ortaggi a foglia verde, legumi e frutta secca, permette di aumentare il fabbisogno giornaliero. 

Hai trovato utile la recensione di questo prodotto? Condividila con i tuoi amici
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Dott. Guido Ambria
Dott. Guido Ambria

Biologo Nutrizionista e Farmacista. Sono specializzato in disturbi intestinali, microbiota, intolleranze alimentari e dieta chetogenica. Appassionato di Sport , mi occupo anche di Nutrizione per sportivi.

Tutti gli articoli
Per prenotare una consulenza nutrizionale o una visita