Richiedi una consulenza! Telefona 392.1478577 | ⇒ info@guidoambria.com
La dieta per l’endometriosi

La dieta per l’endometriosi

"LA DIETA per l’endometriosi si segue in prevenzione e in fase acuta. non esiste un solo approccio terapeutico, ma interventi multifattoriali che permettano di contrastare la patologia"

Che cos’è e cosa provoca?

L´endometriosi è una patologia ginecologica abbastanza frequente nelle donne in età fertile. È dovuta alla proliferazione anormale delle cellule del rivestimento uterino, detto endometrio, in posti dove non dovrebbero esistere: parete addominale, ovaia, vagina e altri organi.

Questo sviluppo anomalo causa disturbi con differente eziologia; infiammazione cronica, dolori prima e dopo le mestruazioni, dolori durante i rapporti sessuali, mestruazioni irregolari, problemi emotivi, stanchezza cronica…

Se la patologia viene trascurata e non si tratta nella giusta maniera, l´endometriosi può essere una concausa di infertilità, aborti spontanei e menopausa precoce.

A parte le regolari visite e controlli con il proprio ginecologo, il controllo di questa patologia prevede l’osservazione di uno stile dietetico particolare. Diversi studi hanno dimostrato l’importanza di seguira la dieta per l’endometriosi perchè permette di  controllare i processi infiammatori e ridurre i livelli di estrogeni circolanti.

La dieta anti endometriosi esiste?

Questa dieta, conosciuta come la “dieta anti-endometriosi”, funziona sia in prevenzione che nel trattamento della malattia.

Detto questo posso consigliarti di:

  • Aumentare il consumo di frutta, verdura, legumi, frutta a guscio e cereali integrali per poter avere un maggior apporto di fibre dietetiche. È noto che le fibre siano capaci di diminuire l´infiammazione e ridurre gli estrogeni circolanti. Sono inoltre in grado di favorire i processi digestivi e il corretto funzionamento dell´intestino
  • Incrementare le porzioni di cibi di origine vegetale, preferendo proteine vegetali a quelle animali. In questo modo, si ridurrebbe il consumo di grassi, soprattutto saturi
  • Aumentare i livelli di grassi polinsaturi Omega-3 attraverso il consumo di pesce come salmone selvaggio, sardine, sgombro, aringhe, tonno, pesce spada, ecc. I semi di lino, chia, di girasole, di noci e di zucca apportano anche questi grassi buoni 🙂 Condisci il cibo con olio extravergine di oliva servito “a crudo” per ottenere più Omega-3
  • Alimenti ricchi di vitamina D, magnesio e calcio (così come la corretta integrazione) devono essere inclusi nella dieta per evitare il rischio di demineralizzazione ossea prodotta da alcuni farmaci prescritti per l´endometriosi.

Quali cibi devi evitare e quale sport fare

Per far si che questa dieta per l’endometriosi funzioni davvero, si dovrebbe ridurre il consumo di certi cibi, soprattutto quelli industrializzati come merendine, barrette, biscottini, patatine, bevande zuccherate, ecc. i quali includono zuccheri semplici, fruttosio, glutine, farine bianche e grassi saturi capaci di aumentare l´infiammazione.

Cibi ricchi in fitoestrogeni come la soia, avena e segale devono essere evitati dovuto alla loro capacità di aumentare i livelli di estrogeni. Le carni rosse vanno moderate  così come i latticini ricchi in grassi saturi, caseina, lattosio, ormoni di crescita e antibiotici devono essere evitati il più possibile. Ancora di più se questi prodotti derivano da un allevamento intensivo.

Per quanto riguarda lo stile di vita, è assolutamente consigliato praticare una moderata attività fisica regolarmente. Routine di esercizi cardiovascolari e attività come lo yoga sono da preferire ad esercizi di sollevamento pesi intensi o ad altri sport più intensi come il Crossfit.

L´attività fisica regolare promuoverà il rilascio di endorfine e la deposizione di calcio a livello osseo, riducendo i livelli di estrogeni circolanti.

Nonostante queste raccomandazioni generiche siano valide, è sempre consigliabile impostare un piano alimentare e di stile di vita personalizzato. 

Ricorda sempre di consultare il proprio ginecologo con regolarità e di affidarti sempre a personale sanitario.

dott. Guido Ambria

Biologo Nutrizionista

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento, compila il form qui sotto!

CHIAMA ORA!
Close Panel