Il percorso nutrizionale

Come è strutturato il percorso nutrizionale

La prima visita dal nutrizionista

La prima visita è il momento più importante perché si crea quel rapporto di fiducia necessario per l’efficacia del percorso nutrizionale e per il raggiungimento degli obiettivi. 

Durata: circa 1 ora ed è strutturata in due parti

Nella prima parte della visita viene effettuata l’anamnesi fisiologica e di storia ponderale (andamento del peso durante le varie fasi della vita). Vengono valutate le assunzioni di farmaci e/o integratori. Si discutono gli alimenti graditi e quelli da escludere. 

Parleremo inoltre di come siano strutturate le giornate dal punto di vista lavorativo e come vengano gestiti gli impegni familiari. 

Discuteremo insieme del Diario Alimentare (che sarà stato compilato i giorni precedenti la visita) così da poter strutturare un Piano Nutrizionale realmente personalizzato.

Nella seconda parte si svolgerà la parte pratica durante la quale vengono prese le misure antropometriche:

  • Peso e altezza
  • Scansione 3D con analisi di 21 circonferenze e valutazione posturale
  • Bioimpedenziometria segmentale 

La bioimpedenziometria segmentale è una misurazione non invasiva della composizione corporea con la quale si misura lo stato di idratazione e si stima quindi la massa muscolo scheletrica e la massa grassa. Questi test verranno ripetuti ad ogni visita, i numeri non mentono! 🙂

Per la prima visita vengono normalmente valutati gli esami clinici a disposizione del paziente, eseguiti possibilmente non oltre i sei mesi precedenti (Consiglio di rivolgersi al proprio medico curante per comunicare l’intenzione di seguire un percorso nutrizionale. Se lo riterrà necessario le prescriverà le analisi più indicate per il suo specifico caso).

È sempre preferibile per chi prenota una prima visita avere comunque delle analisi recenti, in modo da poter strutturare un percorso nutrizionale-integrativo ottimale.

SCANNER 3D STYKU

immagine tridimensionale corporea, 21 circonferenze automatiche e analisi posturale.

Per te solo il top della tecnologia.

BIOIMPEDENZIOMETRIA SEGMENTALE INBODY 770

questo strumento permette la stima della composizione corporea analizzando

  • acqua totale
  • acqua intra e extracellulare
  • massa grassa
  • massa magra 
  • massa muscoloscheletrica
  • area grasso viscerale
  • metabolismo basale

La visita di controllo dal nutrizionista

Le visite di controllo prevedono un colloquio di 30’ circa durante il quale verrà analizzato l’andamento del proprio percorso.

Se necessario, verranno effettuate piccole modifiche al piano nutrizionale.

Come per la prima visita,  tramite la strumentazione a disposizione (bioimpedenziometria segmentale e scanner corporeo 3D), verranno valutati i risultati raggiunti.

Consiglio di effettuare una visita di controllo ogni 30gg nei primi 6 mesi di percorso nutrizionale.

Il tuo piano nutrizionale è smart

L’applicazione che ti verrà messa a disposizione, ti permetterà di avere sempre con te il piano nutrizionale.

Potrai registrare i pasti, l’assunzione di acqua e l’attività fisica. 

Questo mi permetterà di affiancarti durante tutto il percorso in maniera migliore e precisa.

E se dovessi avere qualche dubbio?

Scrivimi direttamente attraverso la funzione messaggi, ti risponderò appena possibile.

Come mantenere i risultati raggiunti?

Una volta raggiunto l’obiettivo prefissato, ti verrà proposta la migliore strategia per il mantenimento.

 Il primo controllo consiglio di farlo dopo 3 mesi per verificare che i risultati siano stati mantenuti. 

Se questo è avvenuto fisseremo una visita dopo 6 mesi; se anche in questo caso vi sarà soddisfazione per entrambi, ci rivedremo dopo 1 anno.

Gli studi ci dicono che se una persona, per 2 anni dal termine del suo percorso dimagrante, manterrà il peso raggiunto, avrà grandi probabilità di non ritornare più al peso iniziale. È di fondamentale importanza impostare correttamente il percorso per poter consolidare i risultati raggiunti 💪

Test del microbiota

Il microbiota umano è definito come «l’insieme dei microrganismi che in maniera fisiologica, o talvolta patologica, vivono in simbiosi con il corpo umano».

L’influenza del microbiota nella regolazione dell’attività metabolica è oggi riconosciuta con sempre più evidenze a supporto. Allo stesso modo, è stato scoperto anche un impatto del microbiota sugli stati psicologici per via dell’influenza sull’asse ipotalamo-ipofisi-surrene e sul sistema serotoninergico. Un’altra caratteristica del microbiota è il ruolo nello sviluppo del sistema immunitario durante la prima parte dell’infanzia e, di conseguenza, sullo stato di infiammazione del corpo.

Il microbiota viene più o meno significativamente e rapidamente alterato da fattori esterni come la dieta, il tipo di parto o il tipo di microrganismi presenti nell’ambiente quotidiano.

Da uno stato di equilibrio chiamato eubiosi si può quindi passare alla condizione contraria di disbiosi. È a quest’ultima che si deve l’aumentata incidenza di patologie metaboliche, cardiovascolari, infiammatorie, neurologiche, psichiche e oncologiche dette “malattie del progresso”.

Oggi appare chiara l’importanza del microbiota nel mantenimento dello stato di salute dell’uomo pertanto suggerisco sempre di sottoporsi a questa indagine.

Il test del microbiota è eseguito mediante sequenziamento del DNA microbico e il campionamento non è invasivo (esame fecale).

Il test permette di conoscere sia la composizione batterica che micotica (funghi) del microbiota e micobiota valutandone il possibile impatto sullo stato di salute della persona.

test del microbiota
Il kit è già provvisto di lettera di vettura per la spedizione presso Poste Italiane o ritiro a domicilio da corriere SDA (senza spese aggiuntive)

L’esito del test del microbiota verrà reso disponibile in circa 20 giorni e mi permetterà di valutare eventuali modifiche al piano nutrizionale e, se necessario, prescrivere una integrazione fitoterapica, prebiotica o probiotica mirata.

Contattami
Per maggiori informazioni o per prenotare una visita