La composizione corporea

Analisi attraverso la BIA
composizione corporea

Lo strumento che utilizzo durante le visite in Studio, Akern BIA 101, è da sempre tra gli analizzatori più apprezzati in ambito clinico e di ricerca per la valutazione dello stato di nutrizione e di composizione corporeaUno strumento progettato per ottenere analisi e valutazioni di composizione corporea con elevata accuratezza.

Il software in dotazione esegue stime di Massa Magra (FFM) e Massa Grassa (FM) secondo il reale stato di idratazione dei tessuti al momento dell’analisi, superando gli errori di sovrastima e sottostima dei comportamenti connessi all’uso del coefficiente di idratazione teorica dell’adulto. 

Che cos'è la Bia?

L’analisi BIA (Bioelectrical Impedance Analysis) è una metodica non invasiva che determina l’impedenza del corpo al passaggio di una corrente a bassa potenza e alta frequenza (50 kHz), ovvero come reagisce il corpo al passaggio di questa corrente. Nel nostro caso la massa grassa si comporta da isolante, la massa magra da semiconduttore e la componente idrica da conduttore puro.

Lo strumento Akern BIA è un prezioso alleato in numerose applicazioni, tra cui:

  • Controllo sviluppo corporeo in età pediatrica
  • Monitoraggio delle variazioni di composizione corporea nella perdita di peso e in regimi nutrizionali speciali
  • Valutazione e controllo dello stato di nutrizione e idratazione in gravidanza
  • Prevenzione e valutazione del declino muscolare e delle alterazioni idro-elettrolitiche nell’anziano
  • Follow-up nei programmi di allenamento
  • Studi epidemiologici

Come funziona?

posizione elettrodi

La tecnica attuale di elezione prevede che il paziente venga messo in posizione supina e sfrutta gli elettrodi cutanei che vengono utilizzati per l’elettrocardiogramma, i quali vengono posizionati in due coppie (tecnica tetrapolare) su mano e piede, consentendo l’esecuzione delle misure in modo rapido, indolore, ripetibile e a un costo contenuto. 

L’analizzatore (Akern Bia 101) restituisce le due componenti del vettore impedenza, resistenza (Rs) e reattanza (Xc) in ohm. La misurazione dura pochi secondi. 

composizione corporea

Cosa significa dimagrire?

Per poter veramente capire che cosa sia la BIA o l’esame di bioimpedenziometria corporea, dobbiamo partire dai concetti di base. Quello che comunemente si pensa è che dimagrire voglia dire perdere i Kg di troppo, ovvero veder scendere il numerino sulla bilancia. 

In realtà dimagrire significa perdere ciò che è di troppo e nello specifico, il grasso corporeo di deposito. Se durante un regime ipocalorico si perde massa muscolare e si elimina acqua in eccesso, riducendo la ritenzione idrica, il peso risulterà minore ma questo non vuol dire “dimagrire”.

Dimagrire non sempre significa perdere peso sulla bilancia. Aumentare di peso non sempre significa ingrassare. Dimagrire significa sempre perdere la massa grassa in eccesso.

Immaginiamo per un attimo che il nostro peso sia costituito dalla somma algebrica di questi tre compartimenti, che compongono il nostro corpo:

MASSA MAGRA (muscoli, ossa, organi) + MASSA GRASSA (tessuto adiposo) + ACQUA (intra ed extracellulare)

Se la BIA viene eseguita con uno strumento professionale che permette l’analisi vettoriale, sarà possibile misurare questi tre compartimenti ad ogni controllo. Inoltre ci mostrerà quali sono aumentati, diminuiti o rimasti invariati.

 

Può succedere che dopo settimane di Dieta non abbia perso nemmeno 1Kg?

Si, è possibile anche se capita di rado. A distanza di settimane il peso può rimanere invariato ma le componenti corporee profondamente mutate, il soggetto potrebbe aver perso massa grassa e aumentato la massa magra, la BCM (Body Cellular Mass) sede delle cellule “metabolicamente attive”. 

Ma hai considerato che 1Kg di grasso e muscolo occupano volumi differenti? Bene, quindi considera che anche se la bilancia segna lo stesso numerino, potresti aver perso 2 taglie 🎯

Che differenza c'è tra la BIA e la bilancia impedenziometrica?

Nell’esame con BIA tradizionale, come hai imparato se sei arrivato fino a qui, il soggetto è sdraiato, e l’acqua è distribuita in modo uniforme nel corpo. Per questa ragione, la BIA monofrequenza tradizionale è indicata anche in caso di stati “alterati” cioè anoressia, obesità, patologie, sport, gravidanza ed età pediatrica.

Con la bilancia impedenziometrica invece, come si vede nella figura, l’acqua viene ad accumularsi nelle estremità inferiori, pertanto può essere utile sono in soggetti normoidratati e normonutriti.

composizione corporea
A sx. BIA tradizionale | A dx. bilancia impedenziometrica

In questa pagina ho cercato di riassumere ciò che è importante sapere, sia per chi è già seguito da me e vuole sapere qualcosa in più dell’esame a cui viene ogni volta sottoposto, sia per chi è interessato ad intraprendere un percorso di salute, ma anche per chi vuole semplicemente conoscere la propria composizione corporea

Spero che questo contenuto ti abbia fatto capire che è meglio non essere troppo dipendenti dalla bilancia! 😉

Contattami
Per maggiori informazioni o per prenotare una visita